Interpretazione dei testi
Tesi da pubblicare

MM | Numero di risposte 2 dal 16/06/2015

Ricordo a tutti i tesisti (presenti, passati e futuri) che questo sito dà possibilità di pubblicare in formato PDF (protetto) la propria tesi sull'esempio delle tesi gia ivi presenti. La sezione di riferimento è "OPERE E TESI". Inviate la tesi in formato elettronico (RTF o DOC - meglio se zippati): cliccate su "Contatti" nel menu principale di FaberAgorà.
Creuza de ma

MM | Numero di risposte 0 dal 16/06/2015

Con questo topic si prosegue il cammino di analisi o, se volete, di "libera interpretazione" degli album di De André.  Qui si intende parlare di un viaggio nel mediterraneo, quello di Creuza de ma, una commistione di linguaggio e sonorità senza reali confini geografici. Un disco che parla di World Music quando la World Music ancora non esisteva. Lascio a voi esprimere le vostre suggestioni.
Le migliori recensioni pubblicate nel sito

MM | Numero di risposte 0 dal 16/06/2015

Le migliori interpretazioni o recensioni verranno pubblicate direttamente nel sito con i crediti dell'autore all'interno della sezione "Opere e tesi" (www.faberdeandre.com/tesi)
Tutti morimmo a stento

MM | Numero di risposte 0 dal 16/06/2015

Con l'apertura di questo topic si intende dare la possibilità di discorrere su uno degli album meno dibattuti di De André. Un vostro pensiero, una opionione personale è sicuramente bene accetta, una critica letterari e/o musicale con gli album prendendo magari anche spunto dalle fonti (la poesia testamentaria di Villon), saranno accolti più che bene.

Gli interventi ritenuti adatti verranno inseriti direttamente nel sito sotto la categoria "Opere e tesi/Recensioni" mantenendo ovviamente i crediti dell'autore.
Grazie
Nell'acqua della chiara fontanta

MM | Numero di risposte 0 dal 16/06/2015

Questa ne vale proprio la pena. E' la versione in milanese...
 Di Nicoletta Braschi, anno 2000

A mòll in de la fontana (Nell'acqua della chiara fontana)
In de l´acqua de ona fontana,
biòtta, la se bagnava el copin,
quand on vent de tramontana
el gh´ha portà via el vestidin.

Cont on sbatt de´ sò ogioni
la fa capì de andà a catà di ramm,
di foeuj e di frasconi,
per podè quattass e andà a cà.

Ona bella brancada de ròsett,
perché l´era `me on ratin,
ma hin bastaa per el corsett
domà i foeuj de on bocciolin.

Poeu cont i foeuj de ona mentina
gh´hoo combinà on sottanin,
ma l´era tanto piscinina
che n´è vanzaa anmò on cicinin.

Lee l´ha dervì i sò brasc e i laber
e l´era inscì imbambolada,
che mi sont cors pesg de on lader
e senza vorè l´ho sbiotada.

El gioegh gh´è piasuu a la ingenuòtta
perché adess la và sovent
a bagnass a la font,
bella biòtta, e la prega che vegna el vent,
che vegna el vent.