Ma quanto avete di Faber?

MM | Inserito il 16/06/2015

Mi sorge una domanda che un po' mi allarma e un po' mi rende fiero: mi allarma perché dai discorsi soprattutto sulla guerra che molti di voi fanno mi chiedo si voi DeAndré l'abbiate ascoltato con attenzione, l'abbiate assaporato, succhiato e soprattutto capito.... Abbiate inteso che come non esistono poteri giusti non esistono neanche guerre giuste le cui ragioni vanno spesso al di là  di quello che sia il comune sentire... Economia e Potere vanno sempre di pari passo e le espressioni con cui si muovono entrambe si traducono nell'uso degli armamenti.. Magari ci fossero gli eroi alla Carlo Martello che a rischio della propria vita (solo e soltanto quella) combattono fieramente il nemico per poi avere come corrispettivo la 'solita' avventura di reame.... Però oggi non ci sono più battaglie... si passa alla guerra.. Davvero pensate che la guerra in Afghanistan sia una guerra per autodeterminare un popolo? Io credo proprio di no! Ed è forse questa la cosa che mi rende fiero: l'idea che ritengo di non aver ancora sbagliato in queste mie valutazioni, cosa che mi dà  l'illusione di aver capito De André forse un po' di più, però potrei sbagliare!
Grazie per la lettura.


Nessuna risposta inserita