_Band_Cantina Malvasia (Italia)


Concerti | Sito Web
Cantina Malvasia nasce a Belluno nel 2010 dall’incontro di 7 musicisti, provenienti da consolidate realtà musicali differenti e animati dalla volontà di suonare musica d’autore, d’ascolto e di qualità. Dopo un’attenta ricerca di autori adatti a costruire il repertorio giusto, la scelta è caduta sull’opera di Fabrizio De Andrè, pietra miliare non solo della musica d’autore italiana ma di un modo di fare arte sobrio, rivolto al sociale e profondo, a tratti sperimentale ma sempre attuale.

Nonostante qualche perplessità iniziale, legata al fatto che proporre musica di un solo autore, seppur molto varia, potesse costituire un ascolto di nicchia o troppo impegnativo, dopo qualche data in provincia il seguito di appassionati di Faber o di semplici curiosi è stato tale da pensare di costruire qualcosa di più di un semplice concerto. Nasce così una sorta di spettacolo, un percorso a tappe in cui spieghiamo, in modo leggero e possibilmente ironico, il significato e il contesto in cui sono state composte le canzoni di De Andrè. E’ il caso ad esempio di “La faccia al vento, la gola al vino”, concerto-spettacolo eseguito all’auditorium del comune di San Giorgio di Mantova, nel giugno del 2011 o “A forza di essere vento” nella Sala Guarnieri di Pedavena, nel dicembre dello stesso anno. Con la stessa attenzione cerchiamo di proporre due ore e mezza di intrattenimento indipendentemente dal luogo, sia che si tratti di un teatro, una piazza, un tendone o un’osteria, come ad esempio recentemente alla sagra di Erto a fine estate 2012, all’Osteria dei Miracoli a Valmorel in novembre o al Teatro Comunale di Belluno, nel dicembre 2012, per una rassegna promossa dal Comune.

E’ molto gratificante vedere che tra il pubblico ci siano varie generazioni che ascoltano con attenzione, segno che il lavoro di Fabrizio e dei suoi collaboratori ha lasciato e continua a lasciare traccia. Per quanto ci riguarda, molta cura viene dedicata agli arrangiamenti scegliendo di riproporre gli originali oppure le versioni PFM degli anni ’70 e, dove lo abbiamo ritenuto possibile, presentare anche delle nostre personalissime versioni.

Ulteriore attenzione viene posta nella scelta dei suoni e degli strumenti perciò la musica si arricchisce del contributo di strumenti classici quali violino e flauto traverso, di percussioni etniche o ancora strumenti giocattolo come glockenspiel e melodica. Cantina Malvasia non è solamente una band tributo: dal 2011 proponiamo nei concerti anche dei brani originali con testi a volte ironici, a volte profondi o riflessivi, su musica che a modo nostro cerchiamo di fare d’autore.

I Cantina Malvasia sono

Gianluca Nicolai - voce
Francesco Minella - chitarre varie
Stefano Caviola – basso, ukulele & cori
Nicola Dallo – batteria, percussioni & cori
Robinha Salvão – flauto traverso, glockenspiel, melodica & cori
Daniele Bortoluz - violini, violoncello elettrico
Marco Soccol - pianoforte, chitarra folk & cori

I testi e le musiche dei brani originali sono scritti da Francesco Minella.