_Bibliografia_Una musica per i dannati (2004)


Autore: Giorgio Olmiti
Editore: BMG Ricordi

RIASSUNTO DI COPERTINA
Fabrizio De André è prima di tutto voce. Un libertario, un uomo di parole e lettere scelte e affilate. Ancora, è la memoria e la coscienza di un'Italia che per raccontarsi ha sempre avuto il vezzo di celebrarsi nei cinegiornali di regime e che nei versi del cantautore genovese si ritrova nuda. Fabrizio De André è il gesto che solleva i veli pietosi sulla morale dominante, è l'occhio indulgente che lascia correre i ladri di mele, è la consapevolezza che la linea tra bene e male, ammesso che davvero si possa tracciare, è cosa labile. Fabrizio De André, ostinato e contrario, è il pretesto per aiutarci a comprendere mezzo secolo della nostra storia.