_Ricordando Faber_Pensieri (2007)


Qui vengono raccolti i pensieri, i ricordi, le testimonianze degli internauti che visitano questo sito in occasione dello speciale commemorativo on line per l'anno 2007. Grazie a tutti per la collaborazione.

sabato 6 gennaio 2007, ore 14:08
Caro amico fragile, sono passati 7 anni, scivolati via su questi giorni di merda che si susseguono in continuazione. Prima di tre anni fa nn ti conoscevo abbastanza da capire che grande uomo sei stato. per caso mio padre si è trovato un tuo cd ì, Storia di un impiegato...da quel momento è stato difficile abbandonarti...la tua poesia, la tua voce, la tua musica, la tua protesta...Compagno faber ti terrò sempre nel mio cuore...grazie amico...grazie.
Autore: silvio
sabato 6 gennaio 2007, ore 16:20
Stò scoprendo adesso a 40 anni la musica di Fabrizio De Andrè era un vero poeta della musica
Autore: Barone67
sabato 6 gennaio 2007, ore 18:04
semplicemente immenso
Autore: Pietro
sabato 6 gennaio 2007, ore 19:21
Vivrai sempre
Autore: SuonatoreJones
domenica 7 gennaio 2007, ore 10:05
Grazie di esserci stato di esserci ancora della tua musica della tua poesia
Autore: stefano
domenica 7 gennaio 2007, ore 12:15
Mi piace pensare alle parole di Dori Ghezzi l''altra sera, durante l''intervista di Minoli, quando ha detto che con Fabrizio era un piacere parlare. E'' vero caro Fabrizio, con te mi sono sempre trovata benissimo, sei un vero amico che non mi ha mai tradito, sei l''unico che non mi ha mai lasciata sola. La tua musica e la tua voce ormai sono come scolpite nel mio cuore. Ciao
Autore: PATRIZIA
domenica 7 gennaio 2007, ore 13:31
a faber,che con amore,e viaggiando sempre in direzione ostinata e contraria,ci ha regalato e continua a regalarci tante emozioni,e da vero artista non ha mai dimenticato l''umiltà che lo rendeva cosi umano.CANTA FABRì,CANTA!
Autore: giulia
domenica 7 gennaio 2007, ore 13:20
Sei morto d'' inverno...lo speravi, lo volevi, nn ti andava di morire nella bella stagione...Quando la morte ti chiederà di restirtuirle la libertà forse una lacrima, forse una sola sulla tua tomba si spenderà, forse un sorriso forse uno solo nel tuo ricordo germoglierà....ciao compagno di vita, ciao anima salva, ciao poeta, ciao faber....
Autore: Ilcinghialebianco
domenica 7 gennaio 2007, ore 14:07
faber adesso sono praticamente in lacrime dopo aver letto quante persone,come me,dopo 7 lunghi anni ancora ti amano ,ti stimano e ti sono accanto.t ho scoperto e conosciuto a fondo solo un anno fa ma questo non significa nulla.ho imparato a scoprirti canzone dopo canzone,parola dopo parola.canta fabrì,canta suonatore,tu che non hai mai rivolto un pensiero non al denaro,non all''amore ne al cielo.continua a cantare per noi fabrì,mi chiedo quali grandi capolavori avresti continuato a regalarci se fossi vissuto in questi nostri giorni,in questo tempo che avrebbe tanto bisogno di essere cantato dal grande poeta che eri,sei,e continuerai ad essere.il mo piu grande desiderio serebbe stato conoscerti,parlarti di tutto quello che mi piace di te,e magari ti saresti imbarazzato se avessi visto come brillano i tuoi occhi quando parlo di te.tu che eri cosi vanitoso.tu,suonatore di chitarra,tu suonatore di mandolino,solo tu,con il tuo esempio,puoi farmi diventare una persona migliore.giulia7gennaio2007 porto s elpidio
Autore: la graziosa
domenica 7 gennaio 2007, ore 17:45
Cantava per i sordi, parlava con i muti ma nessuno potrà mai dimenticarlo e se non ne capite la ragione, peggio per voi...
Autore: Conte di Montecristo
domenica 7 gennaio 2007, ore 18:33
Grazie mio grande maestro mi hai cambiato la vita, dopo averti ascoltato nulla mi è riapparso come prima. Flavio
Autore: Flavio
domenica 7 gennaio 2007, ore 02:15
Ho conosciuto Faber da bambina. Dormivo dentro la macchina dei miei genitori ed era una notte estiva.Mia madre con la sua bellissima voce cantava. Fui colta da un sussulto di stupore,mi drizzai e spalancai gli enormi occhi...ma chi..chi era mamma..che poteva dire delle cose tanto belle da farti piangere?! Ora sono grande,la mia vita è difficile, impossibile...come lo sono io. Per questo troppe volte, mi sono incamminata per LA CATTIVA STRADA ed ora sono sola perchè ognuno insegue il suo di AMORE per la cattiva strada e tutti gli altri mi hanno indirizzato altrove...ora lo stordimento non sa di freschezza estiva nella notte fanciullesca,ora sono sola e vorrei RIDARTI LA MANO...ma cerco tra i rami secchi,i sentieri scuri,oltre le casette lontane e TORNO ad attederti sotto la pioggia. Se ti farò pena,dovrai guardarmi....
Autore: miki
domenica 7 gennaio 2007, ore 21:33
Fabrizio De Andrè è stato una scoperta..e mi rammarico davvero tanto per non aver potuto assistere ad uno dei suoi concerti data la mia età..per non aver potuto partecipare in qualche modo a quella fantastica atmosfera che si creava durante i suoi concerti,un''atmosfera che riesco a percepire soltanto in minima parte quando rivedo per l''ennesima volta i video dei suoi concerti.. Ad ogni modo Fabrizio resta,a mio parere,uno dei più grandi poeti di cui l''Italia possa vantarsi e credo abbia dato davvero tanto a tutti coloro che cercano disperatamente un rifugio,e che qualche volta riescono a trovarlo nella musica,nelle parole di questi grandi!!!
Autore: Elvira:))
domenica 7 gennaio 2007, ore 22:37
la storia di un Poeta scalfisce il cammino delluomo verso il traguardo dello scibile umano, uno scibile fatto di conoscenza non tanto accademica quanto sensitiva... ci hai insegnato l''intuizione dell''essenza .... Grazie di essere esistito, perdonami se hai concluso il tuo ciclo vitale prima che ti conoscessi....
Autore: entropico
domenica 7 gennaio 2007, ore 03:35
e poi se la gente sa e la gente lo sa che sai suonare
Autore: miki

Leggi altro

FaberDeAndre.Com non è direttamente responsabile dei contenuti esposti. Tale responsabilità va direttamente attribuita agli autori degli interventi. Torna a inizio pagina