_News



Omaggio a Fabrizio De André al Castello di Piombino
data di inserimento: sabato 21 marzo 2009 ore 23:38 | letta 1349 volte

Fabrizio De André poeta e letterato, ma anche, e soprattutto, grande musicista.

Domenica 22 marzo alle 16,30 al Castello, Melisanda Massei Autunnali, saggista e ricercatrice nell'ambito della canzone italiana, e il chitarrista Leonardo Serasini, propongono un viaggio musicale alla scoperta di Fabrizio De André, a partire dalla formazione giovanile dell'artista fino ad arrivare ai momenti più significativi della sua carriera.

L'incontro, una conferenza con musica, vuol far luce su uno degli elementi paradossalmente più trascurati dalla pubblicistica e dalla critica degli ultimi anni: l'aspetto musicale della produzione del grande cantautore genovese, la sua grandissima perizia nella scelta dei collaboratori e delle sonorità, il perché di alcuni percorsi che nel corso della sua carriera lo hanno messo non di rado di fronte a svolte più o meno clamorose.

Il "viaggio" verrà ricostruito a partire dalla formazione giovanile dell'artista, con aneddoti e curiosità sul suo primo approccio alla musica; successivamente verranno presi come punti di riferimento alcuni momenti particolarmente significativi della sua carriera, tra questi l'avventura "orchestrale" di "Tutti morimmo a stento" (1968), la ricerca sulla musica mediterranea di "Creuza de ma" (1984), la collaborazione con Ivano Fossati e Piero Milesi per "Anime salve" (1996).

Troppo spesso nel corso degli ultimi anni si è guardato alla produzione di De André privilegiandone l'aspetto letterario a scapito di quello musicale. Si è guardato a lui come "poeta" talvolta tralasciando il fatto che De André fosse innanzitutto un grande cantante e che avesse una dimensione musicale molto ben definita, importante e solida, pur essendo aperta a nuovi incontri e contaminazioni. Insomma, tutto un mondo passato in qualche modo in secondo piano e proprio per questo da riscoprire al di là delle etichette e delle facili mode.

In questo percorso le parole di Melisanda Massei Autunnali, saranno accompagnate dalla chitarra di Leonardo Serasini, che eseguirà una scelta di brani del cantautore genovese.

Serasini si definisce un compositore "affetto" dal bisogno di scrivere testi e suonare qualsiasi tipo di chitarra. Si esibisce frequentemente in varie città d'Italia ed ha pubblicato a settembre un nuovo EP dal titolo "Quando Ulisse passeggia nel parco".

Melisanda Massei Autunnali è autrice invece di varie pubblicazioni sulla canzone italiana: "Chiedi chi sono gli Stadio" (2006), "Gianna Nannini - Discografia illustrata" (2007), "Claudio Baglioni - Discografia illustrata" (2008, con Raffaele Pirretto e Manlio Fierro mentre è in corso di pubblicazione "Lucio Dalla - Discografia illustrata". Ha collaborato a "Il grande dizionario della canzone italiana" di Dario Salvatori (circa 400 schede) e a "Il dizionario completo della canzone italiana" di Enrico Deregibus (circa 70 schede). Dal 2007 è membro della giuria del Club Tenco.

Nel 2008 ha curato l'ufficio stampa (intero territorio nazionale) della colonna sonora del film "Grande, grosso e. Verdone" di Carlo Verdone.



Fonte: ufficio stampa comune di Piombino