_News



Sonos e Contos per De André
data di inserimento: domenica 11 ottobre 2009 ore 11:59 | letta 1694 volte

Il numero di Ottobre del mensile di musica sarda ed eventi, Sonos&Contos, che dirigo, è dedicato al più grande poeta contemporaneo italiano. Per quel suo amore senza confini per la “nostra” Sardegna, per il grande contributo che egli ha dato alla diffusione delle lingue minoritarie(e tra esse il sardo), perché credo sia rimasto nei nostri cuori, per sempre. Sono ben quindici le pagine che parlano di Fabrizio. L’articolo di apertura, firmato da Giacomo Serreli, esplora l’avventura sarda di Faber, iniziata nel lontano 1969. Tra i tanti sardi che hanno conosciuto Fabrizio c’è stato il musicista tempiese Sandro Fresi, che racconta, sul filo dell’emozione, la sua gioia quando Faber, pubblicamente, lodò il suo disco d’esordio tanto da fargli un regalo graditissimo:la presentazione . Ma nello speciale non poteva mancare la testimonianza di Dori Ghezzi. In una toccante intervista, la moglie di Fabrizio De Andrè racconta com’è nata la loro storia d’amore, parla della loro avventura in Sardegna, della Fondazione, dell’amore che l’Italia continua a dimostrare a Fabrizio. In sommario anche un ricordo dei Tazenda e della vedova di Andrea Parodi,Valentina Casalena, un servizio sulla mostra dedicata a Fabrizio allestita al Museo Man di Nuoro e una toccante intervista a Pier Michelatti, bassista “storico” di Faber. Da parte mia chiudo ringraziando lo staff di “Faber De Andrè” per l’attenzione e chiudo col titolo che ho voluto dare all’editoriale: GRAZIE, FABRIZIO

Pierpaolo Fadda,direttore Sonos&Contos



Fonte: sonos e contos