_News



De André - Eventi a 10 anni dalla scomparsa
data di inserimento: mercoledì 4 giugno 2008 ore 20:22 | letta 2225 volte

Genova, a dieci anni dalla scomparsa di Fabrizio De Andrè rende omaggio alla sua figura e alla sua opera organizzando una grande mostra (30 dicembre 2008 – 3 maggio 2009) che ne racconti la vita, la musica, le esperienze, le passioni che lo hanno reso unico e universale, interprete e in alcuni casi anticipatore, dei mutamenti, delle pulsioni e delle trasformazioni in atto.

Organizzata da Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura con la Fondazione De Andrè sarà l’unica iniziativa espositiva nazionale di alto livello; dopo Genova sono previste altre sedi.
Attraverso un allestimento virtuale, multimediale e interattivo allestito da Studio Azzurro, uno dei più importanti gruppi internazionali di videoarte, verrà proposta al pubblico non una mera esposizione documentaria di oggetti ”simbolo”, di cimeli visivi e musicali, ma un’esperienza emozionale: la costruzione di un rapporto diretto con Fabrizio, fatto di conoscenza diffusa data dalla proposta espositiva e sviluppato secondo una scelta e un’elaborazione personale anche emotiva.

Il percorso espositivo non sarà suddiviso rigidamente per aree tematiche e cronologiche, ma sarà organizzato in modo da rendere il racconto e la rappresentazione visiva, testuale, musicale, densi di suggestioni e emozioni per un vasto pubblico, che potrà di volta in volta scegliere quale immagine di “Faber” sviluppare per sé, in relazione con il proprio vissuto.

I grandi temi della poetica di De Andrè saranno saranno affrontati: la società del benessere e il boom economico degli anni ’60, gli emarginati e i vinti, la libertà, l’anarchia e l’etica,gli scrittori e gli chansonniers, le donne e l’amore, la ricerca musicale e linguistica, l’attualità nella cronaca, i luoghi rappresentativi della sua vita; tutti in modo da dare il senso della sua capacità di parlare al singolo ma di essere universale, riconosciuto e amato dalle persone di ogni genere e età.

Accanto alla mostra verranno allestite alcune scenografie originali della sue tournèes:i i tarocchi giganti, falsi d’autore, le grandi vele e le reti da pesca, ecc. Postazioni multimediali permanenti, tavoli con touch screen, per approfondire virtualmente e visivamente testi di Faber e spartiti originali; apparati tecnologici che combinino gioco e interattività saranno a disposizione dei visitatori.

Eventi collaterali quali un convegno/giornata di studi organizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Siena, letture, presentazioni al pubblico, proiezioni, ecc. verranno organizzati durante la durata della manifestazione.



Fonte: quotidianoligure.it