_News



24/11 - Nuvole Barocche a Marghera
data di inserimento: giovedì 23 ottobre 2008 ore 07:46 | letta 1706 volte

Un lavoro della compagnia Di Luca Setti Stano, che ruota attorno al tema del sequestro. Lo spettacolo ha ottenuto il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De Andrè

1979:l’estate dei grandi sequestri e del rapimento di Fabrizio De Andrè e Dori Ghezzi. Nello stesso periodo tre ragazzi di ventisette anni, in passato amici e da diverso tempo lontani tra loro, si ritrovano in uno scantinato per rapire un bambino. Esordio in prima nazionale per la Compagnia Di Luca Setti Stano prodotta da Questa Nave, sabato 25 ottobre alle 21 al Teatro Aurora di Marghera: NUVOLE BAROCCHE, questo il titolo del lavoro, vede impegnati Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti e Luca Stano in veste di autori, interpreti, coreografi e registi, accompagnati in scena da Francesca Monti.

NUVOLE BAROCCHE è lo spettacolo di apertura di "SPECIE PROTETTA ANNO UNO", la rassegna dedicata alle compagnie emergenti inserita all’interno della stagione di teatro contemporaneo 2008-2009 dell’Aurora. Gruppi giovani, che però già si stanno affermando sul territorio nazionale. Di Luca Setti e Stano, da poco diplomatisi alla Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine, hanno infatti ottenuto con questo lavoro tre importanti riconoscimenti: due menzioni speciali, al Premio Tuttoteatro.com Dante Cappelletti e al Premio Nuove Sensibilità del Festival Teatro Italia, e il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De Andrè.

Lo spettacolo esplora, a dieci anni dalla morte di De Andrè, i concetti di periferie fisiche, mentali e sociali, luoghi di confine tra il lecito e l’illecito. L’anarchia (Nico), l’alcolismo (Beppe) e l’emarginazione (Pier) sono i punti di contatto tra i tre protagonisti ed il grande cantautore. Dominano i dialoghi temi quali il disperato bisogno di soldi, la disillusione, il rapporto con l’infanzia, la perdita dell’ innocenza. I tre vorrebbero tornare indietro per recuperare uno sguardo ormai perso: ma tutto ormai ruota intorno all’inganno e alla speranza di un riscatto sociale. La vicenda diventa allora un simbolo della crisi sociale all’interno del proletariato, al suo culmine nei tormentati anni ‘70, ma ritrova un occhio di speranza per i vicini ’80.

"Non è nostra intenzione celebrare in modo divinatorio la figura del cantautore - scrivono gli autori - così facendo daremmo vita ad un’operazione banale e scontata. Al contrario, abbiamo indagato la sua poetica, le sue debolezze di uomo, le fragilità e i limiti ispirandoci a ciò che il cantautore stesso faceva: dar voce alle diversità e alla miseria umana. I tre personaggi del nostro testo si relazionano alla vicenda del sequestro con curiosità, freschezza e talvolta ingenuità; essi non hanno soluzioni da intellettuali, non parlano di De Andrè in modo ricercato e non vogliono compiacere nessuno". Il titolo NUVOLE BAROCCHE si ispira all’omonimo album e alla canzone "Le nuvole" di Fabrizio De André. "Proprio come quelle nuvole in cielo - concludono Di Luca, Setti e Stano - cosi abbondanti di strani ghirigori, gravide di pioggia e pronte ad esplodere da un momento all’altro, anche all’interno dell’anima di Beppe, Nico e Pier qualcosa sta per esplodere, qualcosa si è rotto per sempre e, come la pioggia, chiede di essere liberato".

SPECIE PROTETTA ANNO UNO prosegue giovedì 30 ottobre con MarginEmigrante (MISURE DI PUBBLICA SICUREZZA) e martedì 4 novembre con Babilonia Teatri (MADE IN ITALY). La conclusione è prevista per sabato 8 novembre con Teatrialchemici (DESIDERANZA).


venerdì 24 ottobre 2008
Nuvole barocche

Marghera - Ve

I biglietti (9 euro interi, 8 ridotti) sono in vendita on line su www.vivaticket.it e al Teatro Aurora fino a venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17; sabato 25 ottobre la biglietteria apre alle 17. Per i residenti a Marghera che abbiano superato i 65 anni d’età l’ingresso è gratuito. E’ possibile prenotare il posto telefonando allo 041-932421 o via mail scrivendo a info@questanave.com. Fino a sabato è inoltre possibile sottoscrivere l’abbonamento ai quattro spettacoli di "Specie Protetta Anno Uno" al costo di 20 euro.



Fonte: nonsolocinema.com